8a di campionato

8° giornata, 1° di ritorno

Cso S. Carlo – Valbreggia Nadir   2-3  17-25; 14-25; 25-23; 25-19; 11-15

Va in scena la sfida al vertice, terzo confronto tra le due formazioni nel corso della stagione.

Sicuramente sono le squadre più forti del campionato, un gradino sopra le altre, forse anche 2.

Da parte san carlina c’è voglia di riscattare le sconfitte entrambe per 2-3 inflitte dalle ragazze di Tavernola; ma nello stesso tempo si sente un pochino troppo la partita.

Partiamo bene, ribattendo colpo su colpo, per poi perderci dalla metà del set, sbagliando decisamente troppo e in maniera a volte banale. Al momento il nostro limite più grosso è questo e dobbiamo ancora confrontarci con esso. Speriamo ancora per poco!!!

Stessa storia nel secondo, e partita che sembra indirizzata verso le ospiti in maniera agevole!!!

Le cose cambiano nel 3° parziale. Ormai da perdere c’è poco, e giocando più tranquille, senza pressioni ( Ma da dove arrivano queste pressioni, queste ansie???), riusciamo a strappare il set alle avversarie. Partita che si allunga e non certo per volontà delle ospiti, troppo impegnate a protestare su ogni palla invece di giocare come sanno, e cioè molto bene. Così arriva il 3° cartellino giallo in 3 gare per la panchina avversaria.

Le sancarline sono brave anche nel 4° periodo, rimanendo concentrate e determinate, alla ricerca di almeno un punticino, che adesso sembra molto più vicino. 

5° set che iniziamo al servizio. Rotazione insolita quella di partenza, con Elisa in battuta per cercare di sfruttare il suo braccio pesante e Pilli in 4 per continuare ad approfittare del suo momento positivo là davanti.

Peccato che sull’ 1-0 interno Elisa sbagli malamente il servizio. Sarebbe stato interessante vedere cosa sarebbe successo magari andando sul 2-0 e con servizio ancora in mano.

Sta di fatto che comunque la migliore condizione e fisicità ( e anche “ malizia”) delle avversarie si è fatta sentire tutta. Meritatamente vincono il set e la gara. A noi la consapevolezza di averci provato, e che, se vogliamo arrivare a batterle, dobbiamo cominciare dal correggere quelle cose che davvero si possono evitare.

Le pagelle

Sofia: voto 7 il suo livello tecnico in palleggio si alza. L’asticella si è alzata in questa gara, visto il tasso tecnico delle avversarie. Lei riesce ad adattarsi piuttosto bene. Le molte alzate fallose, o almeno ritenute tali dagli avversari, sono dei respiri. Rendiamoci conto che volere è potere!!!!

Giupsy: voto 6  Gioca la sua onesta partita, senza essere troppo pungente.

Pilli: voto 6 Alcuni errori sciocchi ( servizio, invasione sul palleggio) vanno eliminati.  E’ tra quelle che possono e devono osare sempre per mettere palla a terra tirando forte. In queste partite è lei che deve fare la differenza. Lasciamo a casa la fifa che serve poco.

Elisa: voto 6- Non è brillante. Paga di più che in altre occasioni, il fatto di cercare di modificare il suo modo di giocare. Peccato per il servizio tirato fuori in malo modo all’inizio del 5° set.

Caro: 6 subisce troppo la fisicità delle avversarie, grandi 3 volte lei. Si va notare per alcuni attacchi irridenti che vanno giù.

Giorgia: 6 Bene nei fondamentali bassi, fatica in attacco.

Fede: 6 entra su Caro per alzare il muro. Subito il gioco d’attacco dell’avversario si modifica. Si vede poco ma tutto sommato si fa trovare quando la palla transita dalle sue parti.

Camilla: voto 6.5 Gioca finalmente senza troppo guardarsi attorno e infatti non commette errori di deconcentrazione. Se la cava in tutto, gli errori commessi sono errori di gioco che ci possono stare.

Giuly: 6 Ho in mente una difesa ad una mano in tuffo alla Cardullo, che può valere il set!!! Ma poi anche tanti errori ed imprecisione perché non riesce a muoversi a tempo col servizio avversario, e arrivando in ritardo sulla palla, riceve spesso troppo straccato da rete. Sicuramente meglio dal 4° set in poi.

N.e. Clara, Marty, Sara